La chirurgia video-assistita della tiroide: note di tecnica e analisi dei risultati

25.00

COD: 01_2003_003-008 Categorie: ,

M. Musella, S. Lombardi, P. Caiazzo, F. Milone, R. Di Palma, S. de Franciscis, R. Jovino

Ann. Ital. Chir., LXXIV, 1, 2003

La mia nuova descrizione qui!

Price of a print issue €25.00

La chirurgia video assistita della ghiandola tiroide (“MIVAT” degli Autori anglosassoni: minimally invasive video-assisted thyroidectomy), è una procedura introdotta nel panorama della chirurgia video-assistita nel 1998 (1-2), sebbene già nel 1996 Mattioli e coll. descrivevano un approccio video-assistito per la biopsia di un nodulo tiroideo di circa 1 cm di diametro (3); nonostante gli interessi destati, resta però un approccio piuttosto limitato per i dubbi suscitati, a proposito dei reali benefici pratici che apporterebbe. Gli Autori, dopo brevi cenni sulle varianti tecniche utilizzate in tale metodica, espongono un’analisi su vantaggi e svantaggi di questa interessante innovazione, indicando la propria esperienza in merito.

0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi