Basi fisiopatologiche e ruolo della chirurgia oncologica nella formazione del chirurgo generale

25.00

COD: 2002_06_553-560 Categorie: ,

A. Bolognese, A. Barbarosos, D. Biacchi,

Ann. Ital. Chir., LXXIII, 6, 2002

La mia nuova descrizione qui!

Price of a print issue €25.00

La chirurgia oncologica può attualmente essere definita “biochirurgia” in quanto sempre più frequentemente utilizza in fase pre-intra e postoperatoria sostanze biologiche quali fattori di crescita, citochine, molecole antiadesione ed inibitori della neoangiogenesi con potenziale riduzione delle recidive locali e miglioramento delle curve di sopravvivenza. Il crescente e continuo sviluppo della terapia genica, delleterapie cellulari, dell’immunoterapia, della chemioterapia e della radioterapia, nel trattamento delle neoplasie, “obbligano” il chirurgo ad interrogarsi sul ruolo della chirurgia radicale soprattutto nelle neoplasie cosiddette “avanzate” dell’apparato digerente.

0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi